News

Una pedalata nella storia (e nella letteratura!): Il Castello Scaligero di Villafranca

Eccoci giunti alla 3° tappa del nostro virtual tour!

…non potevamo lasciare la bella Villafranca di Verona senza prima fermarci ad ammirarne il suo cuore, vale a dire il magnifico Castello Scaligero, considerato dagli storici d’arte come uno dei più imponenti e ben conservati castelli italiani.

Facciata del Castello Scaligero – Fonte: www.terredelcustoza.com

Ma facciamo un passo indietro: per quale motivo venne costruito il maniero?
Come nella maggior parte dei casi, il castello venne eretto a scopo difensivo e i lavori ebbero inizio durante il periodo medioevale, tra il 1185 e il 1189; la cinta venne completata intorno al 1200 e, circa 40 anni dopo, venne innalzata la prima torre. Tuttavia, pochi anni più tardi venne incendiato e distrutto per mano dei Mantovani… Venne dunque ricostruito nel 1242 e, non essendo mai stato un castello-dimora, conseguentemente inserito nel complesso sistema difensivo voluto dagli Scaligeri (dinastia Della Scala, che governò la città di Verona ben 125 anni), chiamato il Serraglio e il cui obiettivo era ovviamente difendere la popolazione e i confini veronesi, includendo anche la zona di Valeggio sul Mincio e Nogarole Rocca. Del Serraglio, oggi, sono ancora visibili i resti di alcuni ruderi, nonché le fortificazioni principali di Valeggio sul Mincio, Villafranca e Borghetto sul Mincio, tappe fisse dei nostri tour in zona!

Ma veniamo a tempi “più recenti”: sebbene la sua costruzione risalga all’era medioevale, non si può affermare che questo sia stato il suo periodo di maggior splendore… Nel ‘400 infatti, quando la Serenissima conquistò la città di Verona, il Castello perse la sua importanza e venne totalmente abbandonato poco dopo, nel 1450. 
Venne successivamente comprato da privati (probabilmente dai conti di Villafranca) e, quando la città di Villafranca riconquistò importanza, durante l’epoca risorgimentale, anche il castello venne coinvolto in un processo di rinascita. Alla fine del 1800 il comune di Villafranca ne acquistò alcune parti e iniziò lavori di valorizzazione e ristrutturazione dello stesso. Venne restaurata la torre principale ed inserito un orologio, visibile ancora oggi; nella prima metà del ‘900 vennero prosciugati i fossati e sistemati i bastioni.

Chiesetta del Cristo, interno del Castello – Fonte: www.terredelcustoza.com

Oggi la struttura si presenta con la sua cinta muraria, intervallata da torresine e, dagli anni ‘90 a questa parte, il Castello Scaligero ospita svariati eventi teatrali, musicali e fieristici, vantando ogni anno un gran numero di artisti e personalità internazionali; ma dovete sapere che, anche quando non ospita alcun evento, è piacevole addentrarsi nel suo recinto e ammirarne l’architettura (alcune parti sono pezzi di antichi edifici di epoca romana, riutilizzati poi nella costruzione medioevale) o rilassarsi sul suo bel prato, respirando la sua storia e… un po’ di Shakespeare! Sì, perché lo scrittore ambientò proprio qui alcune scene della sua celebre opera Romeo e Giulietta!

Cari amici, che dire? 
Non perdetevi una visita alla bella cittadina di Villafranca e la possibilità di ammirare il castello in maniera diversa con Bike Experience
Con noi la storia è ancora più interessante! 

Grazie per averci letto anche questa settimana… curiosi di sapere dove siamo diretti la prossima? Stay tuned! 😉 

 

 

 

 

Fonti: www.terredelcustoza.com