News

2017 l’anno del Cicloturismo

Si è appena chiuso un anno molto positivo per Bike Experience. La stagione 2016 ci ha dato molte soddisfazioni e soprattutto risultati che ci fanno ben sperare di essere sulla strada giusta, per un attività che è partita e che si sta sviluppando da neanche due anni. Il cicloturismo rappresenta sicuramente il futuro del turismo, e come noi crediamo, cicloturismo e turismo sono due tipologie diverse di attività ma che devono essere fuse insieme per lo sviluppo del turismo sostenibile.

img_20160803_102619
Il 2017 crediamo debba essere l’anno del turismo sostenibile e della bicicletta, quindi le due attività devono per funzionare nel miglior modo possibile coesistere ed essere implementate insieme, i dati parlano chiaro, il turista 2.0 vuole vivere un’esperienza qualunque essa sia, in bici, a piedi a cavallo, l’importante è che si possano proporre delle attività. Il Lago di Garda e il suo entroterra si prestano molto a questo tipo di attività esperienziali, ma a causa, secondo noi di una frammentazione di territorio le opportunità si vanno molto a perdere.
Secondo noi, non basta creare percorsi cicloturistici, renderli visibili con tabelle apposite (sia chiaro ben vengano tutte queste attività) stampare piantine e distribuirle all’interno delle strutture ricettive. L’80% dei turisti che arrivano sanno già cosa fare, e quindi quali soluzioni direte voi?

borghetto-sul-mincio-e-il-ponte-visconteo
Il cicloturismo, come il turismo sostenibile o esperienziale non deve prescindere dalla voglia di fare business o meglio di sviluppare attività economiche complementari alla ricettività, ma per fare tutto questo, secondo noi di Bike Experience bisogna iniziare a pensare da industriali o meglio da imprenditori. Quindi quello che possiamo consigliare di fare è applicare un modello di sviluppo almeno su base triennale, dove vanno investiti soldi da parte delle amministrazioni pubbliche, ma anche da parte dei privati coinvolgendo il più possibile chi crede in progetti alternativi di sviluppo, realizzando una rete di web marketing che attraverso operazioni mirate e l’utilizzo dei social vadano a prendere un relativo potenziale “target” di persone che possono essere interessate a conoscere il territorio attraverso attività socio- culturali – enogastronomiche alternative, e poi andare sul posto, individuare quali sono i maggiori flussi turistici che arrivano sul territorio e partecipare alle relative fiere di settore, con l’obbiettivo ovviamente di aprire anche ad altri mercati, queste cose richiedono investimenti soprattutto a medio-lungo termine in modo da avere nel tempo dei risultati soddisfacenti, con l’obbiettivo ultimo di creare un indotto per chi crede come noi che il cicloturismo è una forma di turismo sostenibile e alternativo. Magari successivamente far diventare tutti noi “turisti del nostro territorio” in quanto vedere sempre più gente attratta da luoghi a pochi passi da casa nostra, possono generare anche curiosità e voglia di muoversi. Ma è finito qui? No come dicevamo i social diventano importanti, facebook,instagram, twitter sono dei fenomenali generatori di interesse, e quindi attraverso, foto, inserzioni possiamo invogliare chi è dall’altra parte dello schermo a dire “wow che bei posti da scoprire”.

img_20160726_115207  custoza-e-lossario

Ma molta importanza la possiamo dare anche ai blogger e agli influencer, una nuova generazioni di recensori di viaggi e attività che sono in grado di influenzare chi li segue attraverso i loro canali, e che possono raccontare un territorio in modo genuino e sicuramente accattivante. Il 2017 per noi di Bike Experience sarà un anno molto importante di sviluppo di nuovi prodotti e di ricerca di metodi alternativi per farci conoscere e visitare con noi le Terre del Custoza, Verona, Il Lago di Garda e il suo Entroterra, la Valpolicella e così via, ma allo stesso tempo vogliamo essere partecipi nella promozione del territorio attraverso progetti di sviluppo per far conoscere a tutti le bellezze che esso racchiude, ovviamente con l’augurio che tutti i progetti abbiano finalità di sviluppo ad ampio spettro perché è solo cosi che i risultati possono arrivare.
Quindi a tutti Voi un Grande 2017 di pedalate e di esperienze da vivere e scoprire con noi.

le-colline-moreniche-del-custoza panorama-dalle-colline-moreniche san-giorgio-in-salici vino-custoza-e-prodotti-tipi-del-territorio